2015 – “Sole, tirator d’acuti dardi e la gentile Luna” di Tobia Scarpa e Laboratorio Morseletto

C’era anche il maestro Tobia Scarpa al tavolo delle autorità, durante la cerimonia di inaugurazione dell’edizione 2015 di Marmomacc a Verona lo scorso 30 settembre.

Dopo gli interventi istituzionali, economici e politici, le parole del maestro hanno richiamato l’attenzione sul ruolo degli architetti nella nostra società.

“Il lavoro dell’architetto è quello di produrre efficacemente l’immagine del nostro Paese e di dare il volto del tempo che stiamo vivendo” ha affermato e, ricollegandosi all’impegno portato avanti dal padre, il grande Carlo Scarpa, ha aggiunto:

“Egli con la sua opera ha voluto legare il passato al momento della modernità che, in nome della semplificazione, aveva invece separato il passato dal presente. La modernità è il nostro momento ma il passato ha grandi valori che non vogliamo perdere”.

Tobia Scarpa, con l’installazione “Sole, tirator d’acuti dardi e la gentile Luna” realizzata dal Laboratorio Morseletto, è stato uno dei protagonisti della mostra “Lithic Vertigo”, evento culturale di Marmomacc curato dall’architetto Vincenzo Pavan.

foto di Alberto Vendrame