rivestimenti in pietra

L’intensità materica della pietra di Vicenza gialla accoglie il visitatore del Museo di Arte Contemporanea di Trento e Rovereto lungo il percorso di accesso fino alla piazza centrale coperta. Il rivestimento è realizzato con lastre a parete ventilata (progetto Mario Botta).

La scelta della pietra di Vicenza gialla per questa banca nella Pariser Platz a Berlino è dovuta alla volontà di richiamare il colore della pietra con cui è stata costruita la celebre porta di Brandeburgo, che si trova di fronte all’edificio. Le lastre sono lavorate con dimensioni fino a oltre quattro metri in altezza (progetto Frank O. Gehry)

Il rivestimento delle pareti esterne e dell’atrio di questo edificio sono realizzati con lastre di pietra di Vicenza grigia posate con parete ventilata. La delicata sensazione di naturalezza del materiale si combina con l’alta resistenza all’aggressione dell’ambiente esterno. L’aspetto neutro della pietra favorisce l’accostamento con altri moderni materiali da costruzione, permettendo soluzioni innovative (progetto Mario Gemin/Mario Monti).

Le lastre di pietra di Vicenza gialla di questo complesso termale sono lavorate con diverse finiture superficiali (a piano di sega, sabbiate, rigate). Questa alternanza conferisce alla facciata un aspetto vivace, e cangiante a seconda del punto di vista. Il montaggio è a parete ventilata, con corsi orizzontali “a correre” (progetto Matteo Thun).